Bretagna da Scoprire
Home » Escursioni » Le Ostriche di Cancale

Le Ostriche di Cancale

A nord come a sud, la Bretagna è una terra particolarmente favorevole per l’allevamento di ostriche, rinomate per la loro eccezionale qualità. Raffinate, speciali, cave o piatte, possiedono un potente sapore iodato. Prodotto naturale, ricco di sostanze nutritive essenziali, l’ostrica è una fonte sana e completa di benefici per l’organismo.

Non si va in Bretagna senza aver la possibilità di gustarsi un buon piatto di ostriche e la nostra meta sarà Cancale, un villaggio di poco più di 5000 abitanti. Si dice che lo stesso re di Francia Luigi XIV si facesse inviare le ostriche di Cancale direttamente Versailles perché ritenute le migliore del paese.

Cancale è facilmente raggiungibile in auto, si affaccia sulla baia di Mont Saint-Michel tra  Saint Malo e Mont Saint-Michel. Per chi arriva dalla capitale Rennes che dista 80 Km da Cancale , c’è la possibilità di noleggiare un auto direttamente all’aeroporto o alla stazione ferroviaria.

A Cancale le barche attraccano e ripartono in continuazione per il lavoro degli ostricoltori. Il ritmo delle maree, animano costantemente il porto contornato dai moli. Con la bassa marea, i parchi ostreari dividono il paesaggio in tanti riquadri, per una superficie totale di 366 ettari.

L’abbondanza di plancton nella Baia del Mont Saint-Michel conferisce loro il caratteristico aroma: da gustare in semplicità, dividendone un piatto, seduti sullo scalo del mercato delle ostriche. A meno che non preferiate uno dei tanti stabilimenti che costeggiano le banchine. 

Ma il cuore pulsante della gastronomia cancalaise è il suo Marché Aux Huitres, il mercato delle ostriche: all’estremità del molo. Nel punto in cui il paese sembra finire nelle acque dell’Atlantico, ogni giorno una manciata di raccoglitori di ostriche allestiscono delle bancarelle dove è possibile acquistare le ostriche appena raccolte.

Il prezzo è davvero irrisorio, soprattutto se paragonato a quello a cui siamo abituati in tanti ristoranti. Il servizio è spartano: un piatto di plastica, mezzo limone e un tovagliolo di carta, ma il sapore delle ostriche mangiate in riva al mare è impagabile.

Non esitate ad assaggiare più tipi di ostriche, constaterete gusti diversi! Se vi piacciono grosse e carnose, scegliete i calibri da 0 a 2 : più il numero è piccolo, maggiore è la dimensione dell’ostrica (fino a 5 per quelle cave e 6 per quelle piatte.)

Il costo per le ostriche varia in base alla misura; in genere una dozzina delle più piccole costa 11€ (ed è compreso un cestino di pane scuro e del burro salato, per accompagnarle, oltre al limone) mentre una dozzina di n. 1, le più grandi, arriva a 15 euro.

Se volete portarvi un cestino di ostriche a casa sappiate che è possibile ma servirà seguire alcuni accorgimenti: dovrete conservarle un massimo di 8 giorni in una stanza fredda (la temperatura deve essere compresa tra 5 e 15°C) o nella parte inferiore del frigorifero in piano, con il lato convesso verso il basso.

Per soggiornare a Cancale c’è un ampia varietà di scelta di alberghi nel lungo mare, da lusso più sfrenato agl’affittacamere che mettono a disposizione stanze per pochi giorni. Ma non mancano anche i B&B e le chambre d’hotes.

A Cancale è consigliabile una visita all’azienda Marine (La Ferme Marine), che alleva ostriche nel parco di Saint Kerber. Potrete scoprire tutti i segreti delle ostriche e vedere a lavoro il personale o la mostra sulla madreperla. E’ presente anche un negozio dove sarà possibile acquistare gioielli ricavati dalle conchiglie. La Ferme Marine è aperta tutti i giorni da luglio a metà settembre.

Prezzi Visita :

Adulto: 16 €
Bambino (fino a 12 anni): 9,50 €
Famiglia (2 adulti + 2 bambini): 43 €
Famiglia (2 adulti + 3 bambini): 46 €
(Questi prezzi includono una visita alla Fattoria Marina)

Se volete immergevi completamente nell’allevamento delle ostriche, Ostreika offre diverse attività per scoprire l’allevamento di ostriche. Servizi e contatti li trovate qui.