Morbihan

Il Morbihan (in bretone Mor-Bihan ) è un dipartimento francese della Repubblica francese facente parte della regione della Bretagna.
Il nome del dipartimento deriva dal bretone : Morbihan è infatti l’unione di mor (mare) e di bihan (piccolo). Il nome fa riferimento alla collocazione del territorio sulla costa dell’ Oceano Atlantico , su cui forma il cosiddetto Golfo di Morbihan.

Il territorio del dipartimento confina coi dipartimenti del Finistère a nord-ovest, delle Côtes-d’Armor a nord, di Ille-et-Vilaine a est e della Loira atlantica a sud-est. A sud-ovest è bagnato dall’ Oceano Atlantico.
Le principali città, oltre al capoluogo Vannes, sono Lorient, Pontivy, Auray , Hennebont e Ploërmel.

morbihan

La regione fu popolata dai Veneti nell’ Età del ferro .
I Veneti sarebbero stati un ceppo etnico indo-europeo proveniente dall’ Anatolia . Nella loro migrazione verso Nord-Ovest popolarono la pianura padana e poi, attraversate le Alpi , arrivarono fino in Bretagna.
Questa migrazione non è attestata da qualsiasi elemento. Il fatto che vari popoli abbiano portato ad un epoca proto-istorica lo stesso nome di Veneti in Gallia, in Italia, in Germania (I Wendi , adesso slavizzati e chiamati Sorabi ) non è stato chiarito.
Ma siccome questi tre popoli erano di cultura diversa (uno celtico, uno italico e uno germanico) e che vivevano tutti in riva al mare, si pensa che un popolo marittimo abbia imposto la sua dominazione ad altri popoli marittimi, aggregandosi linguisticamente a loro.

Nome ufficiale: Morbihan
Numero univoco: 56
Stato: Francia
Regione: Bretagna
Capoluogo: Vannes/Gwened
Superficie: 6. 823 km²
Popolazione:
– Totale
– Densità
(1999)
643.873 ab.
94 ab./km²

I Galli Veneti controllavano il commercio verso le isole britanniche e dominavano la confederazione armoricana. L’Aremorica (il paese) davanti al mare si stendeva dall’imboccatura della Loira (che la divideva dall’Aquitania) a quella della Senna dove confinava con la Belgica.
La preminenza e la potenza veneta costituirono un ostacolo serio alla conquista della Gallia da Giulio Cesare, che dopo varie sconfitte fu costretto ad allearsi coi Namneti (Nantes/Naoned) ed i Picti (Poitiers) per la costruzione di una flotta capace di opporsi a quella dei Veneti. Nel ’56 AC finalmente, sconfisse la flotta veneta e fece vendere i prigionieri al mercato degli schiavi di Roma dopo aver fatto ammazzare i membri del Senato e vietato la produzione di sale.
Per controllare i Veneti Cesare insediò veterani romani sulle punte strategiche del Veneto (Locmariaquer/Lokmaria-Kaer, allo sbocco dell’attuale Mor-Bihan) e creò la città di Darioritum (futura Vannes/Gwened).
Come sempre, i Romani favorirono i lori alleati a danno dei loro antichi nemici. Così Nantes/Naoned e Rouen sostituirono Vannes/Gwened come principale città armoricana.

Il dipartimento è stato creato in seguito alla Rivoluzione francese , il 4 marzo 1790 , grazie all’applicazione di una legge del 22 dicembre 1789 che aveva lo scopo di suddividere le province francesi in istituzioni territoriali. Il territorio del dipartimento corrisponde essenzialmente alla civitas dei Veneti che divenne all’invasione bretone il reame, poi la contea di Broërec/Broereg e ulteriormente il baliato di Vannes. Corrisponde anche alla diocesi di Vannes.
Nel dipartimento è ancora molto diffusa la lingua bretone , che viene insegnata anche nelle scuole dell’obbligo.

Commenti chiusi